Arrestata avvocatessa del foro di Trapani. E’ accusata di concussione ai danni di un collega

Insolita vicenda per un’avvocatessa del foro di Trapani, arrestata in flagranza di reato con l’accusa di concussione. Dalle indagini condotte dalla sezione di pg della forestale presso la Procura è emerso che Rosa Sanna avrebbe chiesto ad un suo collega di Alcamo, l’avvocato Josè Libero Bonomo, ottantamila euro in cambio del ritiro, da parte di una sua assistita – V.P. – di una denuncia per infedele patrocinio. Le indagini sono scattate in seguito della denuncia presentata dall’avvocato Bonomo. In accordo con gli inquirenti, il legale ha dato appuntamento all’avvocatessa Sanna per la consegna di un acconto, ma in realtà si trattava di una trappola per incastrare la collega, che giunta presso il luogo concordato è stata arrestata dagli uomini della forestale. L’avvocatessa Sanna si trova al momento agli arresti domiciliari, mentre la sua assistita, V.P.,è indagata a piede libero.