Antonella Spanò

Antonella Spanò: “La politica è servizio al cittadino”

 

Come abbiamo anticipato nei giorni scorsi, il Pd di Marsala esprime una candidata nella lista per le prossime elezioni regionali. Si tratta della 40enne Antonella Spanò, imprenditrice del settore immobiliare proveniente dalla società civile.

Com’è nata questa candidatura?

E’ nata all’improvviso. Sono stata contattata da Antonella Milazzo, in qualità di segretaria del circolo di Marsala del Pd.

Ha precedenti esperienze politiche alle spalle?

No, è la prima esperienza del genere per me.

Che rapporto ha con la politica?

Considero l’attività politica non una professione, ma un servizio da offrire al cittadino.

Cosa si aspetta da questa campagna elettorale?

Mi aspetto un confronto, uno scambio di idee costruttivo, lontano dalle sterili polemiche che spesso caratterizzano il dibattito politico. Intendo mettere in campo le mie idee e i miei progetti perchè la politica si nutre di fatti concreti e di servizi per il cittadino.

Quali sono le sue idee e i suoi progetti?

Il mio pensiero è rivolto soprattutto alle persone che vivono condizioni di disagio. Tra i progetti che più mi stanno a cuore c’è il recupero dell’area di Salinella, la riqualificazione del quartiere di Sappusi, l’attenzione alle categorie produttive e alla marineria in particolare. Tornando al sociale, penso a più servizi per i portatori di handicap, più assistenza per le donne incinte, più spazi per i bambini e le famiglie. E poi mi piacerebbe sostenere progetti di diffusione della cultura dell’arte e della cultura nelle scuole dell’obbligo. A riguardo, con l’occasione voglio precisare che non sono una musicista, ma collaboro con l’accademia “Ludwig van Beethoven” di Marsala.

A suo parere, cosa serve a Marsala?

Meno chiacchiere e più certezze. Bacchetta magica non ne ho, ma una promessa mi sento di farla: sarò sempre dalla parte della gente.

Lei è marsalese, ma il collegio di Trapani in cui si candida è composto da altri 23 Comuni. Come intende confrontrarsi con i cittadini delle altre comunità?

Per ragioni di lavoro conosco tante realtà locali. E’ mia intenzione in queste settimane di campagna elettorale incontrare i rappresentanti della società civile, le categorie produttive e i giovani del territorio.