presidenza-regione-sicilia

Elezioni regionali, si completano le liste e crescono i malumori

Elezioni regionali, si completano le liste e crescono i malumori

Si susseguono freneticamente le riunioni tra i partiti delle varie coalizioni e all’interno degli stessi. Partiamo dal centrosinistra,  non fosse altro perchè si tratta della coalizione governativa uscente. Quando la lista del PD nel collegio di Trapani sembrava in pratica pronta, una delle due donne in quota rosa, la segretaria del partito di Mazara del Vallo, Teresa Diadema, ha di fatto rinunciato. Il PD quindi è impegnato a trovare un altro esponente femminile da affiancare alla “collega” marsalese Antonella Spanò e ai tre big candidati: Baldo Gucciardi che dovrebbe capeggiare la lista, Paolo Ruggirello e Giacomo Tranchida. Per quanto riguarda Antonella Spanò, di cui avevamo scritto ieri, il segretario provinciale Maurizio Campagna, visto il passo indietro della Diadema, ha confermato la candidatura della marsalese Spanò al fine, così, di completare la lista.

Definita la lista di “Sicilia Futura-PSI”, anche se si era diffusa la voce che per motivi burocratici i due raggruppamenti non potessero convogliare nella medesima lista con il simbolo della famosa “bicicletta”. Saranno in lista Nino Oddo, Giacomo Scala, Salvatore Tarantolo, Nina Venezia e la marsalese Patrizia Paganelli. 

Da Palermo giungono notizie anche di forti frizioni tra Leoluca Orlando promotore e sponsor della candidatura a Presidente di Fabrizio Micari e del Partito Democratico. La presentazione del listino di quest’ultimo sembra avere scontentato un po’ tutti. Lo compongono Valeria Sodano, Alice Anselmi, Vincenzo Vinciullo, l’assessore uscente Mariella Lo Bello, Antonio Rubino e Nicola D’Agostino. Musi lunghi anche per la scelta, che sembra avere fatto Micari autonomamente, per quanto riguarda i quattro assessori designati: Giuseppina Torregrossa, Emiliano Abramo, Alessandro Baccei e Giuseppe Biundo.

Nel centrodestra, l’Udc della Provincia di Trapani ha provveduto alla designazione dei candidati: Mimmo Turano, che ne sarà il capolista, la marsalese Eleonora Lo Curto, Giuseppe La Porta, Ivana Inferrara e Francesco Brignone. Anche “Diventerà Bellissima”, riferimento diretto del candidato presidente Nello Musumeci, ha quasi completato la lista. Al marsalese Paolo Ruggieri, a Giovanni Randazzo, a Marilena Ciotta e a Vincenzo Abate, dovrebbe aggiungersi Erina Bivona di Castelvetrano.

In tandem la lista “Di Noi con Salvini-Fratelli d’Italia” che presenterà Vito Abate, Michele De Marco, Vincenzo Testagrossa, Ana Gabriela Andor e Rosalia Pirrera.

Da giorni si ipotizza che “Forza Italia” abbia trovato la quadra, ma da Palermo giunge notizia che la questione relativa alla candidatura del deputato uscente Giovanni Lo Sciuto, non è stata ancora del tutto dipanata. Nella lista dovrebbero essere certi Giuseppe Guaiana, Mariella Grimaudo ed il deputato uscente marsalese Stefano Pellegrino. 

Le tensioni però, nel centrodestra, riguardano anche la composizione del listino. Musumeci ha fatto sapere che ci saranno: Gianfranco Miccichè, Giusy Saladino, Mimmo Turano, Elvira Armata, Bernardette Grasso e Roberto Di Mauro. Appena appresa la notizia della composizione del listino, quelli di “Noi con Salvini” hanno fatto sapere che, pur sostenendo elettoralmente la candidatura di Nello Musumeci, prendono le distanze dai “… soliti personaggi che hanno messo in ginocchio la Sicilia”. Gaetano Armao, rimasto fuori dalla composizione del listino, probabilmente lascerà la coalizione e lo annuncerà nel corso di una conferenza stampa.