baglio-anselmi- Museo lilibeo

Al termine la prima campagna topografica al Parco Lilibeo: si presenta la “carta archeologica”

Sabato 23 settembre si concluderà la prima campagna topografica condotta nel Parco archeologico di Lilibeo dalle Università di Amburgo e di Palermo, in regime di Convenzione con il Polo regionale di Trapani e Marsala. La proficua collaborazione con i prestigiosi istituti universitari, iniziata nel 2007 con la Soprintendenza di Trapani per la realizzazione di campagne di scavo nella “Zona Mura” del Parco archeologico di Lilibeo (settore nord-orientale delle fortificazioni), dirette dai professori Nicola Bonacasa e Inge Nielsen, e proseguita dal 2012 con il Museo Lilibeo, allora sede del Parco archeologico e ambientale di Marsala, è stata di recente rinnovata con il Polo regionale di Trapani e Marsala, di cui il Museo fa parte.

La missione, composta da docenti e ricercatori delle due Università, è coordinata da Martina Seifert per l’Università di Amburgo e da Antonella Mandruzzato per l’Università di Palermo. Il nuovo progetto di ricerca è finalizzato alla realizzazione della prima Carta archeologica di Lilibeo. L’obiettivo scientifico è la ricostruzione dell’impianto urbano antico; a tal fine si utilizzerà sia il rilievo strumentale delle strutture archeologiche del Parco, sia il telerilevamento a bassa quota con il drone. La carta archeologica, oltre ad essere un importante strumento per lo studio dell’urbanistica, costituirà il punto di partenza per future indagini archeologiche. Il progetto sarà presentato domani pomeriggio, alle ore 17, presso il Museo Lilibeo, con una conferenza dal titolo “Per una carta archeologica di Lilibeo”.

Dopo i saluti del Sindaco di Marsala, Alberto Di Girolamo, introdurranno i lavori il direttore del Polo regionale Luigi Biondo e la dirigente del Museo, Anna Maria Parrinello. A seguire, Antonella Mandruzzato, Martina Seifert e Debora Oswald presenteranno una breve storia dell’attività della Missione e il nuovo progetto, Oscar Belvedere, docente di Topografia antica, illustrerà scopi e finalità della carta archeologica, ed infine Mauro Lo Brutto, docente di Elementi di topografia e fotogrammetria, parlerà dell’uso del drone in ambito archeologico.