Sale la tensione tra il Comune di Marsala e l’Aimeri. Dura lettera dell’amministrazione ai vertici dell’azienda

Non accenna a placarsi la tensione tra l’amministrazione comunale di Marsala e l’Aimeri Ambiente, dopo la vicenda di domenica scorsa, che ha visto il sindaco Alberto Di Girolamo e il vice Agostino Licari intervenire duramente contro l’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti in città. A scatenare le ire della giunta, i disservizi riscontrati mentre per le vie della città era in corso la terza edizione della “Maratonina del Vino”. Dopo il disappunto pubblico, palesato attraverso un comunicato stampa, l’amministrazione ha adesso inviato una nota, a firma del dirigente Francesco Patti, ai vertici di Aimeri Ambiente, preannunciando l’intenzione di applicare le dovute penalità alla ditta, alla luce di una serie di contestazioni dettagliatamente descritte all’interno della missiva.

Le assemblee dei lavoratori Aimeri del cantiere di Marsala – si legge nella nota – in programma nella giornata di sabato 23.04.2016 non hanno consentito il regolare svolgimento dei servizi di igiene urbana nei tre turni lavorativi in calendario nella suddetta giornata. Le contrade e il centro urbano sono rimaste invase di immondizia creando ciò numerosi disagi nella popolazione, proteste e lamentele dei cittadini nei confronti della P.A., danni per l’immagine della città nei confronti dei numerosi turisti che per il ponte del 25 aprile hanno scelto Marsala quale meta per le loro vacanze. Tra l’altro, per la giornata di domenica 24.04.2016 era in programma per le strade cittadine la “Maratonina del Vino”, manifestazione sportiva amatoriale alla quale hanno aderito molti partecipanti ed attirato sostenitori i quali hanno avuto modo di constatare la mancata pulizia delle strade e la presenza dei sacchetti di rifiuti sui marciapiedi e sui cigli delle strade. Si contesta, dunque, il mancato servizio di raccolta dei rifiuti in calendario, frazione secca e vetro e metalli, nonché il mancato-parziale spazzamento delle seguenti strade cittadine: via Vaccari, via Correale, via D’Anna, via Lombardi, via San Rocco, via Garaffa, via Curatolo Taddei, via S.Clemente, piazza Sant’Antonino, Atrio Comunale, via Falco, Slargo Nave Punica, via Mario Nuccio, via Mazzini, piazza del Popolo, via Vespri, via Sibilla, viale Isonzo, Porta Nuova, via Battisti, zona Capo Boeo. Tra l’altro, nella giornata del 24 si è tentato invano di contattare telefonicamente il responsabile del servizio Aimeri a Marsala che risultava irraggiungibile al telefonino, mentre il Capo Cantiere è stato contattabile solo a partire dalle ore 10.15, non consentendo ciò la possibilità del contraddittorio a questa amministrazione. Lo stesso Capo Cantiere ha negato la mancata esecuzione dei servizi dimostrando di non avere la percezione di quanto fosse successo e, quindi, negando anche l’evidenza messa poi in risalto, oltre che dai cittadini, anche da tutti i mezzi di informazione locali. Nel dare atto di quanto sopra contestato, si fa presente che per tutti i disservizi accertati si darà luogo all’applicazione delle penalità contrattuali che appena quantificate saranno notificate alla ditta in indirizzo”.

Nessuna risposta ufficiale, al momento da parte dell’Aimeri. Dalle notizie fin qui acquisite pare che comunque l’azienda stia effettuando un’indagine interna per ricostruire la vicenda e individuare eventuali responsabilità.