palazzo 7 aprile

Marsala: il progetto della Myr approda in Consiglio comunale e diventa un’ “arma impropria” di lotta politica

Domani torna a riunirsi il Consiglio comunale di Marsala. Si tratta di una sorta di seduta di prosecuzione rispetto alle due che si sono tenute nelle scorse settimane. Un ordine del giorno aggiuntivo parla di altri debiti fuori bilancio. L’attenzione però  è concentrata verso le due sedute aperte che si terranno a breve. Di una conosciamo la data e l’ordine del giorno. Il Massimo Consesso Civico in seduta aperta a tutti coloro che avranno qualcosa da dire, è stato convocato per giovedì 28 aprile. Si tratta di un passaggio particolare verso l’approvazione definitiva del progetto presentato dalla Myr per il porto turistico di Marsala.  Infatti all’ordine del giorno c’è la discussione relativa al punto che poi approderà in Aula per il via libero definitivo: il progetto della Myr.  Sul tema c’è da registrare un mossa politica importante. Per domani pomeriggio alle 15 sono state convocate in seduta comune le commissioni “Territorio e Ambiente e Lavori Pubblici” per discutere del progetto del porto che, in seduta deliberante, approderà in Aula entro poche settimane. Se  l’intendimento del Consiglio aperto è quello di recepire le indicazioni e i suggerimenti dei cittadini, non si capisce l’urgenza della riunione delle commissioni. Potevano, i consiglieri, prima ascoltare quello che verrà fuori dalla riunione aperta del Consiglio. Sembra però che su questo atto deliberativo si giochino gli equilibri politici prossimi. In attesa delle annunciate (ma da lei smentite) dimissioni dell’assessore Lucia Cerniglia, rimane al sindaco l’incombenza di nominare il sostituto di Antonino Barraco, dimessosi da settimane. I partiti e i consiglieri della maggioranza sembra che vogliano mandare un messaggio ad Alberto Di Girolamo, usando lo strumento del progetto delal Myr. Qualcuno, tra i denti, afferma che dalla riunione congiunta delle Commissioni  (con quali competenze specifiche poi?) potrebbero uscire fuori delle proposte di emendamenti da presentare in Aula. Analoga situazione sembra che si verrà a creare tra pochi giorni quando il Consiglio comunale si dovrà occuparsi per progetto di bando per al raccolta differenziata.

Tags: