Furto sventato nei locali della Satin, la società che gestiva i cantieri navali di Trapani

Gli uomini dell’istituto di vigilanza Tss Security Services hanno sventato un furto a Trapani all’interno dei locali della Satin (in via dorsale Zir), l’azienda amministratrice del Cantiere Navale di Trapani, sottoposta a procedimento fallimentare dal Tribunale.

Ieri, intorno alle 16 l’operatore presente in sala operativa, ha notato la manomissione di una telecamera e la presenza di due persone all’interno dei locali. I soggetti sono stati subito bloccati da due guardie dell’istituto di vigilanza. Tempestivo anche l’intervento della Polizia, giunta sul posto dopo pochi minuti, che ha arrestato i due.

Da circa 6 mesi il curatore fallimentare aveva affidato all’istituto di vigilanza la sorveglianza dei locali con telecamere a circuito chiuso controllate dalla Sala Operativa dello stesso istituto di vigilanza.

La società Satin, che deteneva la maggioranza delle quote azionarie e che aveva in affitto la concessione demaniale del Cnt, è stata dichiarata fallita dal Tribunale di Trapani lo scorso aprile 2013 ed è al centro di un lungo contenzioso con i 59 dipendenti che lavoravano ai Cantieri navali.

Di recente all’asta fallimentare, gli imprenditori D’Angelo della New Satin, ex proprietari della società fallita, si erano aggiudicati alcuni beni mobili appartenenti al gruppo Satin.