Segnalati furti di motorini, ma i carabinieri ribattono: “nessuna situazione di allarme”

Pare che due malviventi si dilettino a scassinare i garage del centro marsalese e portino via moto e motorini. Uno degli ultimi ad essere oggetto delle attenzioni dei ladri è stato il “Beverly 300” dell’avvocato Peppe Gandolfo che si trovava nel suo garage munito di cancello automatico. Secondo indiscrezioni pare che i responsabili abbiano hanno rotto la serratura e siano entrati prelevando anche un ciclomotore 50. Poche ore dopo sarebbe stato messo a segno un altro colpo, nella notte ignoti hanno rubato una vespa 50 dal garage di un medico. Tuttavia, dati alla mano, non sembra ci siano gli estremi per parlare di “allarme sociale”. Infatti in circa sei mesi sono in sette le denunce per furti analoghi e in alcuni casi i garage presi di mira o le zone limitrofe sono muniti di videocamere di sorveglianza. Le immagini pare abbiamo anche  fornito elementi utili per le indagini. Si presume che si tratti di malviventi che trafugano i motorini per rivenderne i pezzi a poche decine di euro. Quindi nessuna banda organizzata. Da alcuni mesi a questa parte, inoltre, si è anche diffusa un’altra paura “sociale”. Quelle dei ladri di biciclette. Ma i dati smentiscono queste informazioni. Nessuna denuncia è stata sporta da almeno un anno.