Stava rubando in un locale di Valderice, fermato grazie all'intervento dell'Europol

Ennesimo furto al locale “Bet e Slot Bar Lentina” di Valderice ma stavolta il colpo non riesce grazie all’intervento di una autoradio dell’Europol che che blocca il ladro. Erano circa le 04.00 quando presso la sala operativa dell’Europol  perveniva una segnalazione di allarme furto proveniente dal Bar Lentina di Valderice. Sul posto veniva immediatamente inviata una autoradio che giungeva dopo circa 5 minuti. Gli agenti notavano una fiat 500 posteggiata nei pressi ma si insospettivano nel verificare che la stessa aveva lo sportello lato guida semiaperto e le chiavi inserite nel quadro di accensione. Informata la sala operativa provvedeva ad inviare un’altra autoradio in supporto e ad informare i Carabinieri di Trapani. Nel frattempo gli Agenti dell’Europol  sentivano dei rumore provenienti dal retro del locale e notando una persona la bloccavano. La stessa risultava essere tale B.G. di anni 20 il quale riferiva essere il proprietario dell’auto parcheggiata. La persona fermata a richiesta degli Agenti dell’Europol su cosa facesse sul luogo e a quell’ora  cadeva in contraddizione dando giustificazioni poco convincenti. All’arrivo dell’altra autoradio dell’Europol e dei Carabinieri veniva effettuato un accurato controllo al Bar e, sul retro, veniva constatato che sulla parte bassa del tetto era stato fatto un buco con attrezzi da muratore e attraverso esso era stata fatta calare una scala per entrare all’interno del locale. A questo punto la persona fermata non poteva fare altro che ammettere di essere stato l’autore del colpo. Il Bar Lentina era stato preso di mira dai ladri diverse volte, l’ultimo tentativo risale a meno di un mese fa e anche quella volta il furto era stato sventato grazie all’intervento degli Agenti dell’Europol. Per tale motivo il proprietario aveva deciso di installare un impianto di allarme collegato con un sofisticato sistema, via etere, con la sala operativa dell’Europol che riceve gli eventi furto in pochissimi secondi e fa intervenire le autoradio in servizio presenti  sul territorio in maniera capillare. Infatti ogni notte sulla provincia di Trapani sono presenti oltre 20 autoradio. La persona fermata veniva accompagnata presso la Caserma dei Carabinieri per le procedure di rito ed oggi verrà processata con il rito direttissimo.

Tags: