L’Annona sequestra generi alimentari abusivi. Fermati venditori senza licenza

La squadra Annonaria della Polizia Municipale di Marsala ha sequestrato quattro quintali di pane, di chili di meloni e decine di chili di pesce. Gli ultimi controlli disposti dal comandante Vincenzo Menfi, hanno riguardato i commercianti di pane che senza licenza, vendono pane ed altri prodotti nella periferia marsalese. I controlli, intensificati, in seguito ad esposti, hanno portato all’elevazione di 12 verbali pari a 309,90 euro e a sequestri per un totale di 400 chili di pane effettuati dall’Annona coordinata dall’ispettore capo Giuseppe Occhipinti. I venditori abusivi utilizzavano mezzi non idonei al trasporto di viveri destinati al consumo umano nelle zone di Cardilla, Cutusio, via Napoleone Colaianni, Misilla, San Leonardo-Birgi e Catenazzi. Gli agenti nelle ultime settimane hanno anche effettuato nove sequestri di circa 900 ricci sequestrati tra le vie Salemi e Nino Bixio. Tre venditori abusivi di pesce sono stati fermati tra via degli Atleti, via Istria e nella zona del mercatino del martedì. In tutto sono stati sequestrato 55 chili di prodotto ittico. Gli abusivi hanno anche esposto i meloni gialli ed in questo caso sono stati tre i verbali elevati tra via ex Vecchia Mazara, il Lungomare Mediterraneo e la zona porto. Ammontano a circa 300 chili i meloni sequestrati. Altri 45 chili di frutta e verdura sono stati sequestrati in Piazza del Popolo e 42 in corso Calatafimi. Per quanto riguarda le spiagge, sono stati 12 gli extracomunitari colti a vendere oggettistica senza licenza. Ne sono scattati sequestri per un valore di 7mila euro, tutta merce che è stata data in beneficenza. Pane, pesce, frutta e verdura invece, non essendo tracciabili, sono stati distrutti perchè impossibile conoscerne la provenienza. Gli agenti dell’Annona hanno scovato anche un negozio di prodotti ortofrutticoli senza licenza che è stato fatto chiudere: elevata una multa che ammonta a tremila euro.