La nuova struttura di via del Fante non è adeguata ad accogliere l’intero tribunale

Ieri si è svolta una riunione della commissione di manutenzione, presso il Palazzo di Giustizia “Paolo Borsellino”. Il presidente del Tribunale di Marsala Gioacchino Natoli, il Procuratore capo Alberto Di Pisa, il commissario straordinario Giovanni Bologna e il presidente del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Marsala Gianfranco Zarzana hanno parlato dell’utilizzo del nuovo edificio – costato più di 13milioni di euro – che si trova tra via Del Fante e corso Gramsci. Nonostante i suoi seimila metri quadri, la struttura non presenta i requisiti utili per trasferirvi tutto il tribunale. Tra le principali criticità, la presenza di pilastri nelle aule d’udienza e la poca luce in alcune stanze.

Ad ogni modo, nel 2012 la commissione aveva deliberato di trasferire Procura, uffici del GIP e ufficiali giudiziari. Tuttavia il presidente Zarzana lo scorso maggio aveva proposto di dare incarico ad un tecnico esperto per valutare possibili modifiche utili per ottimizzare la struttura. Ma non si esclude la possibilità che nello stesso stabile, qualora venisse interamente occupato dalla “macchina giudiziaria”, potrebbero essere dislocati altri uffici comunali. Una convivenza ritenuta non auspicabile da Zarzana, che ha avanzato un’altra proposta: “visto che il Palazzo di giustizia “Paolo Borsellino” rimarrà comunque in uso al Tribunale, si potrebbe dividere i due filoni della giustizia e fare da una parte il Tribunale civile e dall’altra il penale”.

Fra un mese è prevista una nuova riunione.