Immigrazione: Marsala ospita il National Day nel segno dell’unità tra i popoli del Mare Nostrum

Sono oltre 125 mila i migranti sbarcati sulle coste italiane dal 1 gennaio ad oggi, quasi 10 mila sono minorenni e fra questi circa 7000 sono senza genitori; più di 3.000 le vittime. Storie, volti, persone che hanno cambiato il Mar Mediterraneo. Alle sfide, presenti e future, che attendono il nostro Paese e l’Europa intera, il Rotary Club dedica il National Day che si terrà a Marsala a partire da oggi e fino a domenica 12 ottobre, nella sede di Palazzo Burgio Spanò. Nato su iniziativa dei 13 distretti Rotary d’Italia, Malta e San Marino, il convegno vedrà la partecipazione di rotariani di tutto il Mediterraneo, Ambasciatori ed Esperti nazionali e internazionali. Delegati dal Presidente Internazionale Gary Huang, parteciperanno ai lavori: Abby McNear e Giuseppe Viale, Board Director. Relazioneranno tra gli altri: Claudio D’Isa, Magistrato di Cassazione; Jean Léonard Touadi, Accademico, scrittore congolese, deputato e consulente del Ministero degli Esteri; Renato Cortinovis, Presidente della Commissione Interdistrettuale Rotary per l’Alfabetizzazione; Roberto Lagalla, Rettore dell’Università di Palermo; e le Autorità militari protagoniste dell’Operazione Mare Nostrum. Dalle migrazioni ai focolai di guerra, dalla qualità delle acque, della flora e della fauna marina alla blu economy, dalla protezione civile all’archeologia, sarà una tre giorni nel segno della solidarietà, con progetti, mostre, filmati e opere d’arte, con l’obiettivo di contribuire alla creazione di uno spirito di unità tra i popoli del Mediterraneo” ha affermato il Governatore del 2110 Sicilia e Malta, Giovanni Vaccaro.