PD all’Ars: “Bisogna monitorare i casi di sfruttamento dei lavoratori nell’agricoltura”

“Le donne sono le nuove protagoniste, ma sempre più spesso vittime della filiera agroindustriale siciliana. Donne provenienti dai Paesi dell’Est, in fuga da disoccupazione e miseria, nelle zone ad alta densità agricola della nostra regione, sono costrette a sopportare sopraffazioni che arrivano all’imposizione di richieste sessuali”. La parlamentare regionale PD, Marika Cirone, richiama l’attenzione del Governo regionale sulla grave situazione che, secondo la quanto denunciato dai media, avviene nelle zone del ragusano e del vittoriese, ma che potrebbe riguardare l’intera Sicilia. “Da alcune testimonianze – sottolinea la parlamentare in un’interrogazione sottoscritta anche dal presidente del gruppo parlamentare PD all’Ars, Baldo Gucciardi e dalla parlamentari, Mariella Maggio, Antonella Milazzo e Concetta Raia – emerge un inquietante quadro di prevaricazioni che arrivano allo sfruttamento sessuale. Una situazione intollerabile che deve essere arginata. E’ indispensabile – conclude Marika Cirone – che il Governo regionale si occupi della vicenda convocando al più presto un tavolo di concertazione tra organizzazioni imprenditoriali, sindacali ed enti locali per trovare soluzioni che tutelino la dignità delle donne”.