Risarcimento di quindicimila euro per una ragazzina marsalese. A sei anni fu investita da uno scuolabus

Nel 2008 una bimba fu investita dallo scuolabus e si ferì gravemente ad un piede, a conclusione della causa civile il giudice dispone il risarcimento dei danni pari a 15 mila euro. Si è concluso così, con la decisione del giudice del Tribunale civile di Marsala Francesca Bellafiore, il procedimento che ha preso le mosse dall’incidente avvenuto nel novembre di sei anni fa. La piccola frequentava all’epoca la seconda elementare della scuola di contrada Paolini. L’incidente è avvenuto nella vicina contrada Matarocco al ritorno da scuola.
Secondo il giudice la responsabilità civile dell’accaduto va fatto risalire in capo all’assistente che non l’avrebbe accompagnata dall’altra parte della strada, assicurando la sicurezza della piccola, in capo all’autista dello scuolabus, che è ripartito investendo il piedino della bimba e dell’assicurazione del mezzo comunale.
All’epoca i rilievi furono effettuati dalla polizia municipale. Ad assistere i genitori della bimba, in sede di causa civile, è stato l’avvocato Carlo Ferracane: “è importante rilevare che al centro di questa vicenda c’è la sicurezza di un minore che va sempre garantita prima e sopra ogni cosa”.