Licenziamento in massa per i 64 lavoratori della Megaservice

Saranno licenziati i 64 lavoratori della Megaservice SpA, l’ex società partecipata della Provincia regionale di Trapani messa in liquidazione nel febbraio 2013. A darne notizia Enzo Palmeri segretario generale Fillea Cgil Trapani, Antonino Cirivello e Francesco Danese, rispettivamente segretario generale e segretario territoriale Filca Cisl Palermo Trapani, Giuseppe Tumbarello e Sergio Buscaino, segretario generale e territoriale Feneal Uil Trapani.

L’atto che in sostanza mette fine alla vertenza Megaservice, lasciando senza occupazione 25 lavoratori del comparto servizi e 39 del comparto edile, è arrivato al termine dell’incontro, svoltosi ieri pomeriggio all’Ufficio provinciale del lavoro di Trapani tra i commissari liquidatori della società ed Enzo Palmeri (Fillea Cgil Trapani), Francesco Danese (Filca Cisl Palermo Trapani) e Sergio Buscaino (Feneal Uil Trapani).
I rappresentanti sindacali sino alla fine hanno sollecitato i commissari liquidatori a trovare un accordo e a percorrere strade alternative al licenziamento. “I sindacati – affermano i sindacalisti – sino ad ieri pomeriggio hanno continuato a proporre di differire gli eventuali licenziamenti a un momento successivo al riordino delle società partecipate, considerate le nuove possibili iniziative a tutela delle stesse partecipate, comunicate dall’assessore regionale Patrizia Valenti alla V Commissione dell’Ars. Purtroppo la nostra proposta non è stata accolta dai commissari liquidatori che hanno ritenuto impossibile trovare soluzioni alternative al licenziamento”.
Oggi sono partite le lettere di licenziamento per i dipendenti Megaservice, mettendo così fine a una realtà lavorativa nata dieci anni fa per incrementare l’occupazione nel trapanese, partendo dalla crisi dell’ex bacino Imam di Castelvetrano. Ai lavoratori, adesso, non resta che l’accesso agli ammortizzatori sociali.

 

Audrey Vitale